TETRA Dyslexia

The TETRA platform for dyslexia

 IL PROTOCOLLO DI VALUTAZIONE TETRA PER LA DIAGNOSI DELLE ALTERAZIONI VISUOPERCETTIVE NEL BAMBINO CON DISTURBI SPECIFICI DELL'APPRENDIMENTO E' SOMMINISTRATO PRESSO LO STUDIO OCULISTICO DEL DOTT. ALECI, Pza STATUTO 5, I° PIANO.

La valutazione comprende la somministrazione della batteria degli esami previa valutazione ortottica da parte dell'Ortottista con competenze in DSA e la successiva restituzione dei risultati ai genitori (colloquio con il Dott. Aleci).

 PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI SI PREGA DI RIVOLGERSI ALLA SEGRETERIA DELLO STUDIO  AL NUMERO 339 6563965 E SPECIFICARE "PROTOCOLLO TETRA". 

 

 

 The TETRA is a set of tests devised to provide an exhaustive and specific picture of the visuoperceptive situation in dyslexic patients, so as to help focusing the diagnosis and the rehabilitative pathway.

After many years of investigation, experimenation and technological application, so far as we know TETRA is the sole tool able to evaluate the visuoperceptive situation of the disabled reader.
Are you a Neuropsychiatrist, a Paediatrician, an Ophthalmologist, an Orthoptist, a Neurologist, a Speech Therapist, a Psychologist, a Professional Education...? Do you strongly believe in a multidisciplinary approach? The TETRA has been developed for you. Contact us: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 La piattaforma TETRA è una sintesi di test sviluppati per offrire un quadro mirato ed esaustivo sulla situazione VISUOPERCETTIVA del PAZIENTE DISLESSICO, in modo da favorirlo nella diagnosi ed aiutarlo nell'impostazione del protocollo riabilitativo.

Dopo numerosi anni di ricerca, sperimentazione e tecnologia, TETRA è ad oggi l'unico strumento in grado di fornire un'indicazione sulla situazione visuopercettiva del paziente dislessico.

Sei un Neuropsichiatra infantile o Neurologo, Pediatra, Psicologo, Logopedista, Foniatra, Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, Educatore professionale, Oculista o Ortottista ...e credi fortemente in un approccio multi-disciplinare? Il Tetra è stato concepito per questo, contattaci: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

TETRA- AVVERTENZE
PREMESSA
Il protocollo diagnostico delle alterazioni visuopercettive TETRA e il visual training TRIGRAM (TETRA Diag & Rehab) deve essere somministrato al paziente con disabilità lessicale dall’operatore sanitario su indicazione od in accordo con il professionista di riferimento1, entro una cornice multidisciplinare e nel rispetto delle reciproche competenze. Si ricorda a tale proposito che la dislessia evolutiva è una condizione di pertinenza neuropsichiatrica.

TETRA
Il TETRA si candida a strumento atto a fornire al sanitario indicazioni circa le ripercussioni che particolari alterazioni visuopercettive possono avere sulla funzione lessicale. Come avanguardia clinica costituisce una proposta semeiologica che si basa sui presupposti razionali reperibili in bibliografia internazionale e su studi sull’argomento pubblicati in letteratura.

Sebbene i risultati ottenuti in fase di validazione in un arco temporale di quasi quindici anni siano stati favorevoli, il protocollo TETRA è da considerarsi un’avanguardia clinica e non un test di provata efficacia.

Gli esami che costituiscono il protocollo TETRA (e in particolare il Reading Performance Test) intendono indagare le caratteristiche di percezione visiva del paziente ed in nessun modo si propongono di fare diagnosi di dislessia, un’operazione che resta prerogativa incondizionata del neuropsichiatra e degli altri professionisti di riferimento, secondo le norme vigenti in materia.

La somministrazione del protocollo di valutazione diagnostico TETRA è da intendersi sotto la diretta responsabilità del sanitario. La gestione del singolo caso non può e non deve prescindere dalla collaborazione con il/i professionista/i di riferimento.  

Il Referto Automatico Istantaneo [RAI] è una proposta di descrizione dei risultati ottenuti al protocollo TETRA, automaticamente generata dallo strumento sulla base di un algoritmo appositamente sviluppato. L’intento del RAI è unicamente quello di agevolare l’operatore nell’interpretazione dei risultati.
In nessun modo il RAI può essere considerato un sostituto del giudizio dell’operatore, che resta il solo responsabile dell’interpretazione finale degli esami. Il printout del RAI non costituisce referto e in nessuna circostanza può essere rilasciato .

Visual training TRIGRAM
Il training TRIGRAM è una proposta di allenamento visivo atto a ridurre il fenomeno del mascheramento laterale paracentrale, sulla base dei presupposti razionali reperibili in bibliografia internazionale e su studi sull’argomento pubblicati in letteratura.
Al momento il training TRIGRAM è stato sperimentato solo su soggetti con dislessia accertata o sospetta che dimostrano al protocollo TETRA diagnostico segni indicativi di aumento dell’effetto crowding paracentrale. E’ possibile, sulla base di evidenze bibliografiche indirette, che possa avere un effetto positivo sulla fluenza lessicale anche nei pazienti maculopatici ed emianoptici. In questi casi sono peraltro necessarie conferme sperimentali.
Sebbene i risultati ottenuti in fase di validazione siano promettenti, il training TRIGRAM è da considerarsi un’avanguardia clinica a disposizione del professionista sanitario e non una tecnica di provata efficacia.

La somministrazione del training TRIGRAM è da intendersi sotto la diretta responsabilità del sanitario che la propone, previo accordo con il professionista di riferimento. La somministrazione del training TRIGRAM dunque non può prescindere da un rapporto di stretta collaborazione con il professionista sanitario di riferimento.  

In caso di somministrazione del visual training TRIGRAM è raccomandata la raccolta di consenso informato che spieghi con chiarezza  l’intento perseguito e il razionale alla base del procedimento.

AVVERTENZA
Si ricorda che le condizioni di ripetuta stimolazione tachistoscopica possono potenzialmente scatenare una crisi epilettica nei pazienti affetti da epilessia fotosensibile. In soggetti predisposti, possono inoltre favorire la comparsa di episodi di emicrania con aura. Questo potenziale effetto dovrebbe essere tenuto in considerazione dal sanitario ed è controindicata la somministrazione del protocollo TETRA diagnostico e del visual training TRIGRAM a pazienti affetti da tali condizioni patologiche.

Si presume che l’utilizzatore del TETRA Diag & Rehab abbia letto e compreso quanto esposto nel presente documento.

Si declina ogni responsabilità per l’utilizzo improprio, inopportuno o incauto del protocollo diagnostico delle alterazioni visuopercettive TETRA e del visual training TRIGRAM.

 Introduction to the TETRA protocol

 

 Introduzione al protocollo TETRA

 

 Interpretazione dati 1/7: Introduzione

Stando ai dati riportati in letteratura, fino al 75% dei dislessici risentirebbe, oltre che di un deficit linguistico/ fonologico, in certa misura anche di un'alterazione visuopercettiva.
Occorre dunque domandarsi in cosa consista questa alterazione...

 

  

 Interpretazione dati 2/7: Domitest M

Il protocollo TETRA dispone di un esame, il domitest M, studiato per la valutazione della dominanza motoria.
Il domitest-M studia le caratteristiche della dominanza motoria nel bambino, identificando innanzitutto l'occhio dominante motorio, e poi fornendo due indici:
- il primo è la PERCENTUALE DI INSTABILITA'. La percentuale di instabilità stima il grado di instabilità di dominanza motoria.
- il secondo è il VALUE OF DOMINANCE. Il value of dominance stima la forza della dominanza.

 

  

 Interpretazione dati 3/7: Domitest S

Il protocollo TETRA dispone di un esame, il domitest S, rivolto alla stima della dominanza sensoriale.
La dominanza oculare sensoriale si riferisce all'occhio cui fa riferimento il cervello nel momento in cui alle due retine dovessero giungere stimoli diversi...
Il domitest-S si avvale dunque del paradigma definito rapid serial visual presentation in condizioni dicoptiche per studiare le caratteristiche della dominanza sensoriale nel bambino.
l test fornisce due indici:
- il primo è, appunto, il BALANCE VALUE. Il Balance Value stima il grado di instabilità di dominanza. Il Balance Value riflette dunque la fedeltà del soggetto al suo occhio dominante sensoriale. 
- il secondo è l'INDICE INIBITORIO INTEROCULARE (III). L'indice inibitorio interoculare stima il grado di reciproca interferenza inibitoria tra i due occhi.

 

 

 Interpretazione dati 4/7: CS Test

Il protocollo TETRA è in grado di stimare la sensibilità al contrasto alle più basse frequenze grazie ad una procedura psicofisica del tipo staircase.
Una notevolissima mole di studi sembra indicare un difetto del sistema magno cellulare visivo nel dislessico. Tale difetto si rifletterebbe in un deficit di sensibilità al contrasto a frequenze spaziali intorno a 1.5-3 cicli/grado.

 

 

 Interpretazione dati 5/7: Eidomorfometria

L'eidomorfometria è un test atto a stimare la percezione dei rapporti spaziali ed a quantificare il grado di anisotropia, con particolare riferimento a quella verticale, che sarebbe alla base del rinforzo del crowding nel dislessico.
...un aumento della soglia orizzontale associata o meno ad aumento di anisotropia verticale è un indizio importante di compromissione visuopercettiva.

 

 

 Interpretazione dati 6/7: Test REPORT

Il REading PerfORmance Test o REPORT mira a stabilire se le alterazioni visuopercettive influiscono sulla funzione lessicale del bambino in esame.
Il REPORT prevede la presentazione di stringhe lessicali più o meno contratte con intervallo tra i caratteri variabile da 0.2 a 0.51 gradi. 
Il REPORT fornisce indicazioni sulla velocità ed accuratezza di lettura in condizioni lessicali standard (intervallo tra i caratteri: 0.4°) ed a diverse distanze interlettera, per indagare se le eventuali alterazioni visuopercettive riscontrate influenzano la funzione lessicale del bambino in esame.
Il test stima inoltre l'estensione dello spazio critico durante il compito lessicale e valuta lo presenza o meno di un effetto compensatorio per aumento dello spazio tra i caratteri, calcolando, in caso affermativo, il guadagno lessicale ottenibile mediante procedure di compenso sullo spazio visivo.

 

 

 Interpretazione dati 7/7: Conclusione

Eidomorfometria, Domitest-M, Domitest-S e test REPORT, uniti nella piattaforma TETRA sono la nostra proposta per affrontare in maniera razionale il problema delle alterazioni visuopercettive nelle disabilità lessicali.

 

 

 © 2018 CARLO ALECI MD, Ph.D. All Rights Reserved. Statistiche